About 2

BIOGRAPHY

Nato a Cavalese il 22 aprile 1982 e residente a Mazzin (TN) tra le Dolomiti della Val di Fassa.
Ha conseguito il diploma di Maestro d’Arte, di Scultore del legno e la Laurea in Arti Applicate.
Dal 1996 al 1999 frequenta L’Istituto d’Arte a Pozza di Fassa, dal 1999 al 2002 la Scuola per aspiranti scultori a Selva di Val Gardena seguendo anche i corsi serali di plastica e disegno col Prof Tone Da Cudan.
Dal 2002 al 2006 è studente all’Università di Arti Applicate di Vienna sezione scultura, è seguito dalla Prof.ssa Gerda Fassel con la quale si laurea il 30 giugno 2006 con ottimi voti.

CONCEPT

La sua ricerca artistica si basa sullo studio del corpo femminile e maschile ed è caratterizzata da un’interpretazione forte e personale.
Le figure, erette, hanno spesso capi leggermente girati verso l’alto, un torace voluminoso che è sorretto dalle gambe. Spesso le sue figure non presentano le braccia perché tutto ciò che devono dire, l’essenziale, è già presente.
Le figure sono molto statiche e stabili. Sono caratterizzate da una costruzione tettonica dove ogni singolo elemento sorregge ed è sorretto, così come un edificio, costruito piano su piano.
Tutte le figure presentano una costruzione basata sull’incrocio di assi orizzontali e verticali. Talvolta per evidenziare maggiormente l’asse orizzontale le figure vengono rappresentate con le braccia aperte.

Spesso Matthias si ispira ai Moai dell’Isola di Pasqua. Tali colossi hanno lo stesso carattere e freddezza come la sfinge egizia che si trova innanzi alle Piramidi. Consapevolmente egli rappresenta le sue figure in una posizione statica, in modo che la monumentalità sia ancora più marcata.

La problematica delle forme corporee è importante per l’artista poiché la raffigurazione del corpo deve oltrepassare le proporzioni ma le forme devono comunque essere sempre in simbiosi tra loro e basarsi sull’anatomia umana. Le forme sono semplificate e geometrizzate ma rimangono sempre ancora organiche. Un passo per trovare nelle figure la giusta tensione.

Utilizza sempre materiali che al contrario di tante forme d’arte attuali, diano una spiccata durabilità nel tempo.

Le opere vengono sempre cromate con colori molto coprenti e brillanti, in modo che anche la superficie esterna assuma la sua importanza, quasi fosse un abito.

CURRICULUM VITAE

1982  Nato a Cavalese
1996-1999   Istituto D’Arte a Pozza di Fassa (TN)
1999-2002   Scuola professionale di Scultura a Selva di Val Gardena (BZ)
2002-2006   Università di Arte Applicata di Vienna – Conseguimento titolo Accademico di “Magister der Künste”
2012-2017   Docente di Arte Immagine e Storia dell’Arte
2017-oggi    Docente di Plastica

Solo exhibitions

2015    “Ricerca”, Social Store, Trento
2014    “Antico ma Contemporaneo”, Castello di Andraz (BL)
2013    “Sull’Olimpo”, Castello di Andraz (BL), in collaborazione col FAI di Belluno   
2012    “Matthias Sieff  – Personale di Scultura”, Padiglione dell’Architettura della Dolomiti a Belluno, a cura di Dolomiti Architetture                     
2011    “Matthias Sieff – Personale di scultura”, Cubo di Botta presso Palazzo Crepadona a Belluno

Collective exhibitions

2017   “Contrast”, Istitut Ladin Micurá de Rü, San Martino in Badia (BZ), a cura di Verena Malfertheiner e Katharina Moling
2017   “Legno | Len | Holz – Un itinerario nella scultura contemporanea”, Galleria Civica di Trento – MART, a cura di Gabriele Lorenzoni
2017   “Luci ed Ombre del Legno XI edizione”, esposizione itinerante: Trento, Borgo Valsugana, Silandro, Dozza, Oliveto Citra,
            a cura di Gabriele Bertacchini e Remo Tommasetti
2016   “Il viaggio”, Galleria Civica G. Craffonara, Riva del Garda (TN)
2015    “Premio GhigginiArte 2015 – Collettiva finale”, Galleria Ghiggini 1822, Verese, a cura di Emilio Ghiggini
2014    “L’arte a lunga conversazione”, S.Vito di Cadore (BL), a cura di Fiorella De Lotto
2010    “Oltre l’orizzonte”, Centro d’Arte Contemporanea di Cavalese (TN), a cura di Elio Vanzo
2009    GaBLs in the Wood. Situazionismi contemporanei cloro plastici”, Ex Cava Le Val Tambre (BL), a cura di Gianluca D’incà Levis
2009    “Luci ed Ombre del Legno…una mostra che viaggia – 2009”, esposizione itinerante: Dozza, Ferrara, Cervia, Borgo Valsugana,
            a cura di Gabriele Bertacchini e Remo Tommasetti
2008    “Luci ed Ombre del Legno…una mostra che viaggia – 2008”, esposizione itinerante: Dozza, Ferrara, Ravenna, Forlì, Borgo Valsugana,
            Pieve Tesino, a cura di Gabriele Bertacchini e Remo Tommasetti
2008    “Ninfe, statue per un giardino contemporaneo”, Palazzo Attems-Petzenstein a Gorizia, a cura di Paolo Figar e e Franco Spanò
2007    “Luci ed Ombre del Legno…una mostra che viaggia”  esposizione itinerante: Dozza, Zola Predosa, Riolo Terme, Argelato, Viterbo, Trento,
            Borgo Valsugana, Cinte Tesino a cura di Gabriele Bertacchini e Remo Tommasetti
2005    “ARTverwandt-Bildhauerei und Keramik” – St. Peter an der Speer; Wiener Neustadt (Austria)
2004    “Recherche Kontrapost”, Schüttkasten Klement; Ernstbrunn (Austria)

Competitions

2017    Artista selezionato al “Concurs Mostra CONTRAST”- Ert Por i Ladins – San Martino in Badia
2015    Finalista alla XIV edizione del Premio Ghiggini Arte 2015 (VA)
2013    Monumento pubblico ad Albiano
2012    Ex tempore Belluno (1° premio giuria tecnica)
2012    Ex tempore Trento (1° premio giuria tecnica)
2010    Ex tempore di scultura a Belluno (1° premio giuria tecnica)
2010    Simposio di scultura a Coredo (1° premio giuria tecnica)
2010    Premio Demattè BTB (Banca di Trento e Bolzano)
2009    Opera pubblica a Vigo di Fassa
2008    Opera pubblica a Siror (TN)
2006    Simposio di scultura a Castello Tesino (1°premio giuria tecnica)

Share